Ricerca scientifica

LA RICERCA SCIENTIFICA E LA SALVAGUARDIA DELLE SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE

l Safari Ravenna ha avviato progetti di ricerca scientifica che riguardano il benessere degli animali all’interno del parco e il ripopolamento delle specie protette a rischio di estinzione, con alcuni dei più prestigiosi atenei e istituti italiani ed europei.

varie parco (1)

Fra questi, l’Università di Roma Tre, l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia-Romagna “Bruno Ubertini”, il Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell’Università di Bologna e il Dipartimento di Sanità Pubblica e Zootecnica dell’Università di Bari.

I programmi di tutela e ripopolamento delle specie protette e in via di estinzione vengono portati avanti con la collaborazione, oltre che degli istituti di ricerca, anche con parchi e strutture faunistiche di tutto il mondo.

Tali collaborazioni e ricerche contribuiscono ad assicurare il mantenimento di una buona diversità genetica nella prole, tralasciando qualsiasi tecnica invasiva per gli animali, ed evitando così le problematiche che sorgono in caso di accoppiamenti consanguinei, in accordo con quanto stabilito dalla Conferenza Mondiale sulla Biodiversità del 1992.




Guida alle Grandi Scimmie nelle Strutture Italiane

Scimmie come Noi
Conoscere per Salvare
Prefazione di Jane Goodall
Messaggio di Doug Cress

Studio delle strategie di termoregolazione
in due famiglie di Ofidi
(Viperidae e Elapidae)

RAPPORTO FINALE
Settembre 2014
A cura di Leonardo Vignoli e Luca Luiselli

ALTRI PROGETTI

  • E’ stato avviato un progetto con l’importante struttura faunistica berlinese “Holiday” atta alla salvaguardia e al ripopolamento dell’Elefante Africano, Loxodonta africana. Attraverso l’attuazione di specifiche pratiche non invasive e diffuse in svariati paesi dell’UE, Germania ed Inghilterra in primis, si potrà contribuire concretamente al piano di rinfoltimento di questa specie molto minacciata, e il Safari Ravenna, accogliendo alcuni esemplari in arrivo dal suddetto centro tedesco, punta ad essere il primo parco italiano a raggiungere questo obiettivo. (2012)
  • E’ stato svolto, in collaborazione con l’Università “Roma Tre” un importante studio sulle modalità di termoregolazione delle principali famiglie di serpenti velenosi (Elapidae e Viperidae) e la loro compatibilità con la non trascurabile realtà dell’urbanizzazione incontrollata delle aree esotiche . Sono state utilizzate più di 5000 foto termometriche per monitorare costantemente le teche dei rettili del Safari Ravenna, inviate poi ai principali centri erpetologici europei per ulteriori consulti tecnici. I preziosi risultati di questa ricerca permetteranno alle associazioni di tutela ofidiche di regolare le attività antropiche negli ambienti di origine di questi serpenti, al fine di preservarli dall’estinzione. (gennaio 2014 – marzo 2014)
  • E’ stato portato a termine, in collaborazione con l’Università “Roma Tre” un workshop sul controllo dei picchi ormonali dei babbuini amadriadi (Papio hamadryas), specie in via di estinzione. Con enorme pazienza e professionalità , i migliori veterinari ed esperti di microbiologia ed endocrinologia animale hanno analizzato feci, peli ed altri componenti organiche del grande gruppo di amadriadi presenti al Safari con l’obiettivo di definire un protocollo attendibile per la pianificazione delle nascite.