fbpx Skip to content

Cammello

CLASSE

Mammiferi

FAMIGLIA

Camelidae

NOME SCIENTIFICO

Camelus bactrianus

DOVE SI TROVA NEL PARCO

Safari

Il cammello è un mammifero artiodattilo appartenente alla famiglia Camelidae. Stretto parente del dromedario con cui condivide la morfologia generale, se ne distingue per l’avere due gobbe piuttosto che una singola e il pelo notevolmente più lungo. Allo stato selvatico il cammello (Camelus ferus) è quasi estinto, rimanendo con poche centinaia di individui in Cina e Mongolia nei deserti di Gobi e Taklamakan. Tutti i cammelli al di fuori di queste aree sono addomesticati e costituiscono una specie a sé stante (Camelus bactrianus). È un mammifero imponente raggiungendo un’altezza al garrese pari a 180-230 cm, una lunghezza di 225–350 cm e un peso variabile tra 300 e 1,000 kg. Il rapporto tra uomo e cammello è noto dai tempi antichi con i primi tentativi di addomesticamento risalenti al 2.500 a.C. Grazie all’estrema tolleranza a condizioni climatiche estreme (da temperature al di sotto dello zero fino a condizioni di estrema calura), alla capacità di fare a meno dell’acqua anche per mesi e alla infaticabilità nel percorrere anche lunghe distanze, il cammello è stato usato come animale da soma e da guerra da molti popoli. Introdotto anche in Italia in epoca romana, attualmente è allevato solo all’interno di giardini zoologici e circhi. È erbivoro e può virtualmente cibarsi di ogni tipo di vegetazione, sia essa secca, spinosa, salata o amara. Data la mole è quasi privo di predatori. Solo in alcune aree è predato dal lupo grigio. L’aspettativa di vita è di circa 50 anni, 20-40 in cattività.

...e gli altri animali