fbpx Skip to content

Scimpanzé di Guinea

CLASSE

Mammiferi

FAMIGLIA

Hominoidea

NOME SCIENTIFICO

Pan troglodytes

DOVE SI TROVA NEL PARCO

Area pedonale

Lo scimpanzé è un primate della famiglia Hominoidea e il suo Paese d’origine è l’Africa Equatoriale. E’ onnivoro e abita foreste tropicali, foreste di montagna, foreste di palude e  savana.

Si tratta di  una specie diurna e vive in gruppi (chiamati anche comunità) di 15-120 individui con a capo il maschio dominante (maschio alfa). Ogni gruppo sociale occupa in media un’area (home range) di 12.5 km². Di notte dormono sugli alberi dove costruiscono nidi intrecciando foglie e rami.

Più i ricercatori studiano il comportamento degli scimpanzé, più trovano similitudini con l’uomo! Infatti gli individui di questa specie comunicano tra loro tramite un complesso sistema di vocalizzazioni, gesti, posizioni del corpo ed espressioni facciali. E’ una delle poche specie di primati in grado di manipolare, modificare ed utilizzare strumenti. Utilizzano pietre, tronchi, rami e foglie per diverse funzioni come alimentarsi, pulirsi, bere, cacciare, recuperare oggetti in posizioni difficili ed impressionare gli altri individui con display sociali.

Gli scimpanzé vivono in media 50 anni ma in cattività possono raggiungere i 60.

Le femmine impiegano moltissimo tempo della loro vita a prendersi cura dei propri figli, una femmina infatti può dare alla luce un piccolo solo ogni 5 anni.

PROBLEMI DI CONSERVAZIONE

Nonostante sia la specie più simile all’Homo sapiens (circa il 98% del corredo genetico in comune), lo scimpanzé è una specie a rischio di estinzione. Si stimano siano rimasti tra i 170.000 e i 300.000 individui in natura. Le cause del declino della popolazione sono principalmente la deforestazione e la riduzione della qualità dell’habitat dovuta all’incremento della densità umana, il bracconaggio e le epidemie. Per questo motivo sono state istituite numerose riserve naturali in Africa e sono stati adottati dei programmi di riproduzione negli zoo di tutto il mondo al fine di garantire la continuità della specie.

 

...e gli altri animali